L’Inferno di Dante in foggia islandese

Uno dei vantaggi del lavorare in università, e in particolare nell’istituto Árni Magnússon per gli studi islandesi, è che ci si trova vicini a molti eventi culturali importanti nella vita di questa nazione. Gli islandesi danno un peso molto elevato alla loro cultura e alla loro lingua, e gli accademici che se ne occupano sono…

Comparsata sul Reykjavík Grapevine

Il Reykjavík Grapevine è una rivista online con edizione catarcea mensile edita in inglese. È la primcipale fonte di informazione per turisti ed expat che non padroneggiano l’Islandese, ed è molto popolare. Il livello varia molto: va da articoli di eccellente livello su politica e problemi sociali, a semplici goliardate.     Ieri abbiamo avuto una…

Imparare una lingua straniera: come fallire in 10 step

Lo studio delle lingue straniere è ormai qualcosa di imprescindibile: dalla comunicazione di base in vacanza, alla necessità ormai inevitabile sul posto di lavoro, praticamente ognuno di noi deve fare i conti con la dura realtà che ormai è impossibile vivere ed avere accesso a tutte le nuove risorse tecnologiche, umane e culturali, senza conoscere…

L’importanza di chiamarsi filologo

Una parentesi sul tema delle traduzioni. Non sono un traduttore professionista, ma in virtù della mia pruriennale esposizione ad ambienti monolingui inglesi (incluso l’anno Erasmus in Scozia dove ho potenziato di molto la mia competenza nell’inglese scritto accademico), ho spesso offerto prestazioni come traduttore. In molti casi, la differenza tra una traduzione di servizio e…

Una biblioteca islandese in casa

  Devo ammettere che è passato davvero tanto tempo dall’ultima volta che ho scritto, e me ne rammarico, ma sono successe davvero poche cose degne di nota, per cui non ho mai sentito l’impeto di gettarmi a scrivere. Tuttavia, seppur non costituisca un evento eccezionale, qualcosa di pertinente è successo negli ultimi tempi: ho fatto…

Novità in vista

 Mi trovo a fare un post rapidissimo in un ritaglio di tempo: mi sono laureato e mi sembra di avere meno tempo di prima!      Faccio un lavoretto saltuario che per grazia del cielo mi permette di fare qualche acquisto libresco senza pesare sulle finanze familiari. Inoltre sto lavorando alla traduzione di un sito web…

Julie Fowlis

     Conoscete Julie Fowlis? Una leggenda scozzese vivente! E’ una cantante gaelica originaria di North Uist, nelle Ebridi esterne, e molti la conoscono in quanto autrice della famosa canzone “Touch the Sky”, del film prodotto dalla Pizar “Ribelle – The Brave”, cantata, nella versione italiana, da Noemi. Il repertorio della Fowlis è sostanzialmente popolare,…

Mas math mo chluimhne – Reflection of the Gaels

Volevo consigliare un testo che potrebbe far gola sia a chi studia gaelico, sia a chi si interessa della storia e della cultura dei gaeli, intesi come scozzesi che tuttora parlano gaelico. Si tratta di “Reflection of the Gaels”, una raccolta di riflessioni e aneddoti raccontati da attempati signori gaeli sull’input di domande formulate da…

Poesie celtiche 3

     Dato che i miei due post precedenti (Poesie celtiche 1 e 2) sono tra i più letti e ricercati, ho pensato di aggiungere un’altra traduzione di poesie in traduzione italiana prese dalle letterature in lingua celtica. Come sempre, ricordo che non sono un esperto e le mie traduzioni vanno prese con le pinze…

Tre tesori da aggiungere al forziere

     Ieri mi sono lasciato alle spalle l’esame che più mi preoccupava questo semestre: “Ibsen, Brandes & Strindberg”, un “honours course” (corso del 4° e ultimo anno secondo il sistema dell’università di Edimburgo) che si è rivelato molto interessante ma anche ostico, essendo io al terzo anno di università, e non beneficiando di un…

Cymru! Il Galles, questo sconosciuto.

   Recentemente ho sentito che tra i miei post si nota un grande assente: il Galles. Ho parlato dell’Inghilterra, della Cornovaglia, della Scozia e il Galles manca all’appello. Purtroppo a questo piccolo paese gli tocca seguire le stesse sorti della Scozia, e ad un livello ancora più esasperante: la gente lo crede una “regione” o…

Poesie celtiche 2

   Il ritmo degli impegni universitari si è fatto incalzante, ma ho trovato lo stesso il tempo di tradurre due poesie celtiche. La seconda è prettamente naturalistica ed è un inno alla stagione estiva. Le figure sono abbastanza cliché per noi lettori moderni (v. il canto degli uccelli e lo splendere del sole) ma non…