51eyeILFjzL._AA258_PIkin4,BottomRight,-47,22_AA280_SH20_OU29_ Dopo diversi mesi di lavoro a singhiozzi, dovuto al ritmo incessante del lavoro universitario qui a Edimburgo, ho finalmente portato a termine un progetto che inseguivo da diversi mesi: ho pubblicato una grammatica norvegese su Amazon, ora disponibile nel Kindle store.
     Da quando ho iniziato a studiare il norvegese, tre anni fa, ho sempre sentito la mancanza di un supporto grammaticale adeguato: i nostri libri di testo, prodotti in Norvegia, presentano paginette riassuntive sulla grammatica abbastanza scarne, e comunque funzionano a patto che uno si immerga in modo assiduo nella lingua, cosa che per gli studenti italiani non è sempre possibile. Esistono degli specchietti grammaticali nelle prime pagine del dizionario di norvegese edito dalla Vallardi, ma sono parecchio datate (riportano due generi grammaticali soltanto, quando il 99% dei norvegesi ne usa tre) e talmente sintetiche che difficilmente portano a una comprensione sistematica delle strutture linguistiche del norvegese.
     Due anni fa ho pubblicato quattro post riassuntivi sulla grammatica, in questo testo sono ripresi, corretti e ampliati, con parecchie aggiunte. E’ un lavoro che mi è costato molta fatica e moltissimo tempo, ma di cui vado piuttosto fiero.

    Ciò nonostante, non posso non vederne le mancanze. Non essendo io un luminare, né avendo a mia disposizione degli esperti di supporto che potessero correggermi o suggerirmi, ho dovuto fare affidamento esclusivamente sulla mia esperienza di studente, e sicuramente mi sono fatto scappare parecchi refusi che mai sarebbero passati inosservati se avessi avuto un esperto correttore di bozze.
     Il testo, inoltre, non ha la pretesa di farsi prendere in mano quando siete completamente a digiuno del norvegese, ed essere riposto con la garanzia che padroneggerete l’idioma: non è un corso di lingua, ma una grammatica descrittiva di base per principianti che può affiancare lo studio più pratico tipo delle lezioni universitarie (per lo meno quelle a cui sono abituato io).

Naturalmente non ho intenzione di abbandonare il lavoro alla rete; anzi, mi ripropongo di correggerlo e ampliarlo ulteriormente in futuro (magari basandomi sul feedback di eventuali utilizzatori), e trovo che il Kindle store da questo punto di vista sia davvero una grande risorsa: se dovessi pubblicare edizioni successive, esse saranno disponibili gratuitamente a chi ha già acquistato una delle precedenti. Un sistema che amerei fosse adottato anche dalle case editrici di testi scolastici, dove una volta ogni due anni buttano sul mercato edizioni nuove (tra l’altro semi-identiche) per costringere gli studenti a foraggiare le loro casse senza potersi appoggiare al mercato dell’usato.

Se non siete in possesso di un Kindle, o altro lettore eBook, nessun problema: esiste l’applicazione “Kindle” per computer, cellulari e tablet Android, Windows e Mac. Vi basterà scaricarla gratuitamente dallo store (o dal sito Amazon se siete su computer). Qui trovate il link alla pagina di Amazon:

Scarica applicazioni di lettura KINDLE

Se cercate il libro su Amazon.com, potrete vederne anche un’anteprima, tanto per decidere se varrà la pena scaricarlo. Aspetto il vostro feedback!Vorrei infine ringraziare tutti quelli che hanno assiduamente letto il mio blog facendo esplodere il numero di visite. Anche questo è stato determinante nella mia scelta di mettermi all’opera. Grazie a tutti!